Air Max 270 React

    Air Max 270 React

    Una combinazione artistica di Aria e React.

    Ultraboost 20

    Ultraboost 20

    Un cambiamento radicale per la scarpa da corsa di maggior successo di adidas.

    Air VaporMax 2019

    Air VaporMax 2019

    Benvenuti in un nuovo anno: con Nexkin, Nike dà il tono per il 2019.

    Sportshowroom: dove sport e moda si incontrano

    Le linee del campo sportivo svaniscono. Le scarpe non sono più solo per la competizione o per il riscaldamento. Le scarpe sportive si trasformano in scarpe da ginnastica, moda per la strada. Il confine tra abbigliamento sportivo e moda scompare. Il cassetto delle scarpe si trasforma in metamorfosi. E lo Sportshowroom aiuta.

    Dietro ogni sneaker c'è una storia

    Un cubo intorno è una garanzia per vedere un classico. Le scarpe da ginnastica determinano il paesaggio stradale. Questo è ciò che i produttori delle prime scarpe sportive mai pensato secolo scorso. Inconsciamente hanno gettato una solida base. Perché la sneaker di oggi, è la scarpa sportiva del passato.

    Le radici della maggior parte delle scarpe da ginnastica di oggi si trovano sulla pista di atletica. Già nella prima metà del XX secolo, adidas (che non era ancora chiamato così) e New Balance hanno fornito ai corridori calzature speciali. Nella seconda metà di quel secolo, qualche decennio dopo, Asics, Puma e Nike entrarono nello stesso mercato. Ispirati dallo sport della corsa, i designer dei più grandi marchi disegnarono in tre decenni i primi modelli di scarpe che il mondo porta oggi come scarpe da ginnastica.

    Dal campo sportivo alla strada

    Adidas ha iniziato con la Gazelle. Inizialmente scarpa da corsa, ma in poco tempo trasformata in scarpa da allenamento e, soprattutto perché le star del cinema e i musicisti hanno iniziato a indossare le scarpe, scarpa di moda quotidiana. Poco dopo, l'internazionalista di Nike e la Suede di PUMA hanno seguito la stessa strada. Per strada. Nel frattempo, l'adidas Stan Smith, un'insuperabile scarpa da tennis dell'età di 60 anni, aveva copiato il trucco dall'atletica. Ai piedi delle più grandi stelle del mondo, l'iconica scarpa bianca iniziò anche una seconda vita come sneaker. I primi segni che il confine tra sport e moda si confondeva.

    Negli anni '70, sulla costa occidentale degli Stati Uniti, divenne chiaro come moda, cultura e sport potessero fondersi tra loro. Non ai piedi delle stelle questa volta, ma ai piedi di giovani incompresi sullo skateboard. Le scarpe dell'azienda locale Vans si sono rivelate perfette per il loro sport ribelle. Tutto si è rivelato possibile su quelle scarpe: andare a scuola e pattinare in piscine e parcheggi abbandonati. Oggi, Vans Old Skool è ancora usato in questo modo. Molti marchi hanno seguito il marchio californiano in questo sport. Nike ha avuto particolare successo con il Janoski.

    Eventi simili si sono svolti intorno al campo da basket. Le più grandi star della NBA hanno giocato quasi tre quarti delle partite del XX secolo su Converse All Stars e adidas Superstar. Naturalmente, i ragazzi e le ragazze sui campi di strada non ha mancato di notare questo. Con le iconiche scarpe da basket ai loro piedi, qualcuno era solo un po' più vicino a loro. All'inizio degli anni Ottanta, la Nike si è unita alla prima linea solo qui. Eppure, con scarpe come l'Air Force 1 e la serie Jordan, la loro influenza fu immediatamente enorme - sia sul pavimento da basket che sul marciapiede.

    Una nuova e turbolenta era delle sneaker

    La gara di scarpe da ginnastica iniziata negli anni '90 è stata sorprendente. Nike Air Max lanciata ad alta velocità. Visible Air ha dimostrato di essere un progresso tecnologico senza precedenti. Ogni anno dopo l'uscita di Nike Air Max 1, sono stati introdotti nuovi modelli ancora migliori. Di tanto in tanto uno di loro salta fuori, come l'Air Max 90, Air Max 95 e Air Max 97. Da allora, questo processo non ha rallentato. Un'altra tendenza sorprendente degli anni novanta era quella di indossare scarpe Reebok. Il marchio tedesco aveva un decennio prima, quasi da solo, impostato lo sport dell'aerobica. Le loro riconoscibili sneakers bianche (a volte alte) divennero famose in tutto il mondo.

    Nel secondo decennio del 21° secolo, Nike ampliò dinamicamente la gamma Air Max - ancora di più Air - con le Air Max 270, Air Max 720 e Vapormax. Il grande concorrente adidas, che ha fatto tutto tranne che un passo indietro, è cresciuto con successo negli stessi anni con la suola altamente innovativa dell'Ultra Boost. Un grande regalo per i marchi sportivi che il tempo è stato l'aumento della domanda di scarpe da ginnastica retrò da parte dei giovani. Le scarpe sportive popolari di una volta hanno avuto una variante moderna, come le Huarache, o vecchi modelli che non hanno mai completamente sfondato, hanno ottenuto i riflettori che una volta speravano.

    Allo stesso tempo, sono emerse le prime scarpe da ginnastica, le cui origini non sono necessariamente da ricercare in uno sport del secolo scorso. Così adidas ha abbozzato la NMD, dopo aver osservato uno stile di vita giovane, mobile, urbano. I nomadi della città. Probabilmente il futuro delle scarpe da ginnastica.

    In meno di mezzo secolo le scarpe da ginnastica hanno trasceso il loro sport, sono atterrate in diverse sottoculture e talvolta hanno persino conquistato un posto nella storia del mondo. In questo modo, ogni sneaker ha la sua storia: un cubo intorno ad essa non è mai più lo stesso.

     

    Choose your country

    Europe