SPORTSHOWROOM

Filtro su

  • Ordina

  • Genere

  • Marca (Nike)

  • Collezione (Cortez)

Nike Cortez HF0100-400
  • Nike
  • Cortez
  • "Light Armory Blue"
  • €61
Nike Cortez Vintage FJ2530-100
  • Nike
  • Cortez Vintage
  • "Muslin & Viotech"
  • €74,99
Nike Cortez 23 Premium FB6877-001
  • Nike
  • Cortez 23 Premium
  • "Black & Sail"
  • €109,99
Nike Cortez TXT DZ2795-600
  • Nike
  • Cortez TXT
  • "Team Red"
  • €79,99
Nike Cortez Textile DZ2795-200
  • Nike
  • Cortez Textile
  • "Baroque Brown"
  • €89,99
Nike Cortez TXT DZ2795-001
  • Nike
  • Cortez TXT
  • "Black & White"
  • €74,99
Nike Cortez 23 Premium FB6877-100
  • Nike
  • Cortez 23 Premium
  • "Triple White"
  • €109,99
Nike Cortez Textile DZ2795-701
  • Nike
  • Cortez Textile
  • "Infinite Gold & Game Royal"
  • €89,99
Nike Cortez DZ2795-601
  • Nike
  • Cortez
  • "Picante Red"
  • €89,99
Nike Cortez DN1791-200
  • Nike
  • Cortez
  • "Sesame"
  • €69,99
Nike Cortez DN1791-100
  • Nike
  • Cortez
  • "White & Black"
  • €60
Nike Cortez DN1791-001
  • Nike
  • Cortez
  • "Black & White"
  • €80
Nike Cortez DM4044-100
  • Nike
  • Cortez
  • "White & Black"
  • €69,99
Nike Cortez DM4044-001
  • Nike
  • Cortez
  • "Black & White"
  • €99,99
Nike Cortez Leather HJ9343-100
  • Nike
  • Cortez Leather
  • "Olympic"
  • €99,99
Nike Cortez TXT HF9994-600
  • Nike
  • Cortez TXT
  • "Medium Soft Pink"
  • €89,99
Nike Cortez TXT HF9994-300
  • Nike
  • Cortez TXT
  • "Watermelon"
  • €89,99
Nike Cortez HF6410-666
  • Nike
  • Cortez
  • "Light Soft Pink"
  • €89,99
Nike Cortez HF0118-300
  • Nike
  • Cortez
  • "Dusty Cactus & Lightning"
  • €89,99
Nike Cortez FQ8108-110
  • Nike
  • Cortez
  • "Pale Ivory & Deep Royal Blue"
  • €79,99
Nike Cortez Vintage FJ2530-300
  • Nike
  • Cortez Vintage
  • "Chlorophyll"
  • €99,99
Nike Cortez Vintage FJ2530-001
  • Nike
  • Cortez Vintage
  • "Black & Coconut Milk"
  • €99,99
Nike Cortez Textile DZ2795-401
  • Nike
  • Cortez Textile
  • "Glacier Blue"
  • €89,99
Nike Cortez TXT DZ2795-400
  • Nike
  • Cortez TXT
  • "Midnight Navy"
  • €89,99
Nike Cortez DZ2795-100
  • Nike
  • Cortez
  • "White & Light Armory Blue"
  • €89,99
Nike Cortez DN1791-104
  • Nike
  • Cortez
  • "Sail & Cacao Wow"
  • €99,99
Nike Cortez DN1791-103
  • Nike
  • Cortez
  • "Red Stardust & Cedar"
  • €55
Nike Cortez DN1791-102
  • Nike
  • Cortez
  • "University Blue"
  • €69,99
Nike Cortez DM4044-105
  • Nike
  • Cortez
  • "White & Black"
  • €99,99
Nike Cortez DM4044-102
  • Nike
  • Cortez
  • "Campfire Orange"
  • €55
Nike Cortez DM0950-105
  • Nike
  • Cortez
  • "Lakers"
  • €74,99
Nike Cortez Premium FJ5465-010
  • Nike
  • Cortez Premium
  • "Triple Black"
Nike Cortez '23 FD2013-100
  • Nike
  • Cortez '23
  • "Light Orewood Brown & Earth"
Nike Cortez TXT DZ2795-700
  • Nike
  • Cortez TXT
  • "Vivid Sulfur"
Nike Cortez TXT DZ2795-300
  • Nike
  • Cortez TXT
  • "Fir"
Nike Cortez DN1791-101
  • Nike
  • Cortez
  • "Gorge Green"
Nike Cortez DM4044-400
  • Nike
  • Cortez
  • "Midnight Navy"
Nike Classic Cortez Leather 749571-154
  • Nike
  • Classic Cortez Leather
  • "Forrest Gump"
Nike Cortez FD0728-133
  • Nike
  • Cortez
  • "Aloe Verde"
Nike Cortez DA4402-100
  • Nike
  • Cortez
  • "Los Angeles"
Nike Classic Cortez QS x Stranger Things CJ6107-100
  • Nike
  • Classic Cortez QS x Stranger Things
  • "Upside Down"
Nike Cortez Basic Slip x Kendrick Lamar AV2950-100
  • Nike
  • Cortez Basic Slip x Kendrick Lamar
  • "House Shoes"
Nike Cortez CT3731-001
  • Nike
  • Cortez
  • "Day of the Dead"
Nike Cortez Basic Nylon 902804-400
  • Nike
  • Cortez Basic Nylon
  • "Long Beach"
Nike Cortez SP x Union LA DR1413-200
  • Nike
  • Cortez SP x Union LA
  • "Sesame"
Nike Cortez SP x Union LA DR1413-100
  • Nike
  • Cortez SP x Union LA
  • "Lemon Frost"
Nike Cortez SP x Union LA DR1413-002
  • Nike
  • Cortez SP x Union LA
  • "Light Smoke"
Nike Cortez SP x Union LA DR1413-001
  • Nike
  • Cortez SP x Union LA
  • "Off Noir"

Cortez

Negli anni '60, il co-fondatore di Nike Bill Bowerman lavorava all'Università dell'Oregon come allenatore di atletica leggera. Per aiutare i suoi atleti a migliorare le prestazioni, iniziò a lavorare sul design delle scarpe, realizzando versioni di prova per i suoi studenti. Così, quando insieme a Phil Knight fondò la Blue Ribbon Sports nel 1964, aveva già creato prototipi di scarpe da corsa per diversi anni. Inizialmente l'azienda era un distributore negli Stati Uniti del marchio sportivo giapponese Onitsuka Tiger, ma non passò molto tempo prima che Bowerman avesse la possibilità di sperimentare il design di una scarpa professionale, creando la TG-24 nel 1966. Anche se oggi sono in pochi a riconoscerne il nome, questa è la scarpa su cui è stato costruito il marchio Nike, una scarpa che in seguito sarebbe diventata la Nike Cortez.

La TG-24 fu inizialmente venduta come scarpa da corsa per le lunghe distanze, tanto da essere etichettata come "La scarpa TIGER "Marathon"" in un primo poster. Le precedenti sperimentazioni di Bowerman sul design delle scarpe lo rendevano adatto alla creazione di una scarpa da corsa performante e la TG-24 aveva alcune caratteristiche sorprendenti. La tomaia era realizzata in un materiale a base di resina di nylon chiamato "Swoosh Fiber", più leggero e resistente della pelle. Inoltre, garantiva un'eccellente traspirabilità, era durevole e resistente all'umidità e non si allungava. A questa tomaia all'avanguardia si aggiungeva una suola a spina di pesce ispirata all'atleta Kenny Moore. Uno degli studenti di Bowerman, Moore si era infortunato al piede mentre correva nel 1965. Nel tentativo di scoprirne la causa, Bowerman smontò le sue scarpe e concluse che i corridori avevano bisogno di un supporto dell'arco plantare molto migliore. In seguito, realizzò dei prototipi con un'ammortizzazione migliorata da far testare a Moore. Questi hanno dato vita al progetto della TG-24, sulla quale ha installato un'intersuola a tutta lunghezza con un'imbottitura in schiuma spugnosa per proteggere dagli impatti e un tallone rialzato per prevenire i problemi di Achille.

Bowerman fece produrre 300 paia della prima TG-24. Le sue eccellenti caratteristiche di performance la resero popolare, dando alla scarpa un successo nel suo primo anno di vita e gettando le basi per una crescita futura. Nel 1967, Onitsuka chiese a Bowerman e Knight di darle un nome migliore. Dato che l'anno successivo si sarebbero svolte le Olimpiadi del Messico, i due pensarono che chiamarla "TG-Mexico" avrebbe attirato l'attenzione sul design. Tuttavia, non passò molto tempo prima che Onitsuka chiedesse loro di cambiare nuovamente il nome. Questa volta decisero per "Aztec", in riferimento alle antiche civiltà che popolavano l'area intorno all'odierno Messico, ma questo si scontrava con la nuova scarpa da corsa Azteca Gold di adidas. Così, dopo che il marchio rivale contestò il nome all'inizio del 1968, i due dovettero cambiare di nuovo idea. Con una mossa ribelle, optarono per "Cortez", dal nome dell'uomo che abbatté l'Impero Azteco, Hernán Cortés. Alla fine il nome rimase e rimane ancora oggi.

Nel 1968, la Cortez divenne la scarpa più venduta da Blue Ribbon Sports e Onitsuka Tiger, creando una piattaforma per i successi futuri. Entrambi i marchi si basarono su questo risultato e, nel 1971, Blue Ribbon Sports fu ribattezzata Nike. Con il nuovo nome, l'azienda iniziò a produrre le proprie scarpe, Bowerman si occupava della parte creativa e Knight della parte commerciale. Con la Cortez, sapevano di avere un'ottima scarpa da corsa che sarebbe stata perfetta come primo modello, così la rilasciarono nel 1972 con il nome di "Nike Cortez", ma questa volta con il nuovo logo swoosh del marchio al posto delle linee ondulate di Onitsuka. Il primo anno ebbe successo, in parte grazie all'appoggio del famoso corridore di lunga distanza Steve Prefontaine, che si allenava sotto la guida di Bowerman. Tuttavia, Onitsuka non era contenta che Nike utilizzasse la scarpa su cui aveva collaborato e fece causa al suo ex partner. Mentre il destino della Cortez veniva deciso dai tribunali, nel 1973 fu utilizzata come modello di lancio ufficiale di Nike insieme alla Marathon e alla Obori. Un poster di quell'epoca riportava il titolo "Nike Cortez - un sogno diventa realtà" e mostrava le tre versioni disponibili: una in pelle smerigliata, un'altra in pelle scamosciata e una terza in nylon, che pesava appena 10,2 once, tanto da spingere Nike a proclamarla in seguito come la scarpa da corsa più leggera al mondo. L'immagine mostrava anche nuove caratteristiche come un tappo antiusura per prevenire l'usura del tallone, "solette interne elasticizzate a 4 vie" per un maggiore comfort e protezione dalle vesciche e una punta più larga per chi ha i piedi più grandi. Il libro conteneva anche "La storia delle Cortez". Questa descriveva la mano di Bowerman nella progettazione della scarpa, la sua evoluzione rispetto ai modelli precedenti e la sua superiorità come scarpa da corsa per la distanza. Non menzionava affatto Onitsuka, stabilendo definitivamente che la Cortez era un progetto Nike.

Alla fine, nel 1974, fu raggiunto un accordo. Entrambi i marchi potevano continuare a produrre la scarpa, ma solo Nike poteva mantenere il nome Cortez. La versione di Onitsuka divenne la Tiger Corsair e i marchi presero strade diverse. Si trattava di un momento importante per Nike: risolte le questioni legali, l'attenzione poteva ora concentrarsi sulla valorizzazione dei primi significativi successi della scarpa. La Nike Cortez è stata una scarpa rivoluzionaria per la tecnologia del running dell'epoca, con una domanda che l'azienda in rapida crescita ha faticato a soddisfare. Ciononostante, spinse il marchio per la prima volta alla ribalta del commercio sportivo. Inoltre, permise a Bowerman di lavorare su modelli ancora più anticonvenzionali, il che stimolò un'ulteriore crescita. Anche se cominciarono a uscire nuovi modelli, le Cortez rimasero le preferite dai corridori. La pioniera della corsa su distanza femminile Joan Benoit Samuelson, che vinse una serie di maratone tra il 1979 e il 1985, parlò della sua ammirazione per le Nike Cortez, affermando che le davano il sostegno necessario per superare con fiducia i suoi limiti durante gli allenamenti. Nello stesso periodo, il modello si fece lentamente un nome anche come articolo di moda. La domanda aumentò, soprattutto per le Senorita Cortez da donna, dopo che l'attrice Farah Fawcett ne indossò un paio in un episodio di Charlie's Angels. L'immagine della Fawcett accovacciata su uno skateboard con le sue scarpe da ginnastica bianche immacolate e l'audace swoosh rosso impresso sul lato divenne iconica e portò le sneaker alla ribalta. Era un'immagine così potente che la modella americana Bella Hadid l'ha ricreata per il 45° anniversario della Cortez nel 2017.

Con l'avanzare di Nike negli anni '80, vennero introdotte tecnologie più sofisticate per le scarpe, ma l'umile Cortez continuò a trovare nuovi fan. Elton John indossò il suo design personalizzato, che combinava aspetti della Cortez con quelli della Nike Roadrunner del 1979, ma la scarpa prese piede nelle comunità che circondavano la scena hip hop. I b-boy della East Coast la indossavano per la sua leggerezza e sulla West Coast divenne una parte importante della nascente scena gangsta rap. Los Angeles era una roccaforte particolare, con le gang locali che indossavano i suoi colori semplici per indicare il particolare gruppo a cui appartenevano.

Nike ha cercato di riconoscere questo legame speciale tra Los Angeles e le Cortez creando modelli personalizzati e collaborando con celebrità e rivenditori di Los Angeles come Undefeated. Sono nate partnership significative con il tatuatore Mister Cartoon e con il musicista Kendrick Lamar, che hanno entrambi collaborato con il marchio per diversi modelli. Per il primo, la Nike Cortez gli ha permesso di celebrare la cultura chicana della città, nella quale la scarpa è diventata onnipresente negli anni '80 e '90.

Oltre a trovare una casa nella West Coast americana, la Cortez ha goduto di un fascino più ampio. La classica Nike Cortez bianca con lo swoosh rosso è stata indossata da Whitney Houston come parte del suo outfit rilassato per la sua iconica performance al Super Bowl del 1991. Poi, una memorabile apparizione nel film Forrest Gump del 1994 ha diffuso ulteriormente il nome Cortez. In questo film, il personaggio di Tom Hanks riceve in dono un paio di Cortez, che poi indosserà per girare gli Stati Uniti. Il film vinse diversi Academy Awards e fu visto in tutto il mondo, dando alla scarpa un notevole impulso a più di 20 anni dalla sua uscita iniziale. La sua presenza nel film è stata così significativa che il modello rosso, bianco e blu indossato da Hanks è oggi spesso indicato come la colorazione Forrest Gump. Più recentemente, la Cortez è stata collegata al programma televisivo cult Stranger Things. È stata decorata con colori retrò per adattarsi all'estetica anni '80 dello show e presentata in un poster con il tagline "Outpace Your Shadow", facendo riferimento alla sua eredità di scarpa da corsa.

Oltre alle sue apparizioni nella cultura pop, la Nike Cortez ha accumulato centinaia di iterazioni ed è stata utilizzata per onorare culture e persone importanti. Per celebrare le tappe più importanti sono stati realizzati modelli notevoli, tra cui una riedizione della Cortez in pelle in un elegante nero con un audace swoosh bianco per il suo 40° anniversario nel 2012. Cinque anni dopo, sono state realizzate due edizioni per Los Angeles in onore di Long Beach e Compton. Per lo stesso anniversario, è stata realizzata una serie di modelli significativi per celebrare Kenny Moore e il suo ruolo nella creazione della scarpa. Con nomi come "Broken Foot" (piede rotto) e decorati con grafiche di un programma di allenamento di Bowerman e di una radiografia del piede infortunato di Moore, questi modelli evidenziarono alcuni aspetti chiave della storia che probabilmente molti non conoscevano. A questo punto, la scarpa era stata notata anche negli ambienti dell'alta moda: Vogue scrisse un articolo sul ritorno della Cortez. Il 2022 segnò il suo 50° anniversario, un momento che fu preannunciato da collaborazioni con Union Los Angeles e Sacai di Chitose Abe.

La Nike Cortez esiste da oltre 50 anni e continua ad andare forte. Nel corso della sua storia, questa classica sneaker è rimasta fedele alle sue origini: le prime colorazioni si sono sempre dimostrate popolari nonostante gli oltre 700 modelli disponibili. Nel corso della sua vita, la scarpa ha sfoggiato i piedi di atleti superstar, è diventata un punto fermo di diverse comunità ed è stata indossata da celebrità sia sullo schermo che fuori, affermandosi come un pezzo fondamentale della moda e della cultura del XX e XXI secolo. Dopo che la Cortez ha raggiunto il suo 50° anniversario, il Chief Design Officer di Nike, John Hoke, che era solo un bambino quando uscì l'originale, l'ha descritta come la "quintessenza dell'espressione" della filosofia di design del marchio. Queste parole rivelano la sua incredibile importanza, non solo per la storia di Nike, ma anche per il suo presente e futuro. Con la Cortez come base, Nike è diventato uno dei marchi di scarpe da ginnastica di maggior successo nella storia, un fatto che non è mai stato dimenticato visto che questa scarpa senza tempo continua a lasciare il segno ancora oggi.

Classifica le Nike Cortez
(0)

SPORTSHOWROOM utilizza i cookie. Informazioni sulla nostra politica sui cookie.

Continua

Scegli il tuo paese

Europa

Americhe

Asia Pacifico

Africa

Medio Oriente